Osservatorio Metaverso

Decentraland è un mondo digitale tridimensionale basato su blockchain Ethereum. A settembre del 2022 gli utenti mensili attivi erano circa 57.000 e quelli giornalieri 8.000 (vedi Statistiche sul Metaverso per il dato aggiornato). Dunque una realtà ancora embrionale, ma dinamica, che ha dato vita a diverse collaborazioni con aziende importanti.

Decentraland, sviluppato dagli argentini Esteban Ordano e Ari Meilich dal 2015 venne aperto al pubblico nel 2020. Usa il motore grafico Unity. Il codice di Decentraland è open source e, sebbene la maggior parte dei contenuti siano gestiti dai server dell’azienda, chiunque può gestire un proprio server.
Tecnicamente Decentraland ha un infrastruttura peer-to-peer composta da tre strati indipendenti che permette di rendere resiliente il mondo digitale:

  • “Consensus Layer” che tiene traccia della localizzazione delle particelle di terreno, della proprietà e dei contenuti
  • “Land Content Layer” che contiene gli asset (oggetti, texture, suoni) che servono a renderizzare ogni scena
  • “Real-Time Layer” che gestisce le comunicazioni degli utenti via messaggi e chat vocale.

La sua gestione è stata affidata ad una DAO, un’organizzazione autonoma decentralizzata, con un consiglio di amministrazione che decide le linee di sviluppo. Ma solo chi compra il token MANA può votare.

Come entrare in Decentraland

Per entrare nei territori di Decentraland si può usare un browser o scaricare l’applicazione dedicata (non ancora mobile-ready). Per iscriversi basta avere un’email. L’ideale, però, è usare un crypto wallet come Metamask in modo da poter sperimentare anche il funzionamento della sua economia. Una volta entrati si crea il proprio avatar, scegliendo le caratteristiche fisiche, l’abbigliamento e gli accessori. Alcuni elementi sono gratuiti, altri vanno acquistati.

A questo punto si viene catapultati al centro, in Genesis Plaza. Da qui si può scegliere dove andare consultando le indicazioni che si trovano sui totem elettronici o premendo il tasto X (explore). I luoghi più frequentati sono quelli che offrono esperienze di gioco, come i casinò, dove si può giocare a diversi giochi d’azzardo. Ma in giro si trovano anche gallerie d’arte nelle quali acquistare NFT di opere.

I più creativi possono costruire edifici con il Builder Tool, mentre i più esperti possono utilizzare l’SDK di Decentraland per importare modelli 3D e realizzare esperienze più complesse.

decentraland genesis plaza

Terreni e valuta di Decentraland

L’economia di Decentraland si fonda su due elementi scarsi: i terreni e la valuta.

Il mondo Decentraland è composto da 90.601 LAND. Ogni LAND ha una dimensione di 16×16 metri. Tecnicamente un LAND è un token non-fungibile (ERC-721) che rappresenta un appezzamento di terreno. Su di esso il proprietario può costruire edifici, giochi o fittare a terzi.

L’acquisto dei LAND può essere effettuato sul Marketplace di Decentraland o su OpenSea. Tutte le transazioni vengono registrate sulla blockchain di Ethereum.

Le transazioni di terreni, oggetti e giochi sono basate sulla crypto valuta nativa $MANA. Tecnicamente, un token ERC-20 che fornisce anche il diritto di voto. I token $MANA si possono acquistare usando la valuta corrente.

Il valore della moneta fluttua in base alla domanda e all’offerta, quindi anche in conseguenza della popolarità del mondo virtuale. Per ogni transazione sul marketplace il venditore è soggetto al pagamento di una commissione del 2,5% sul prezzo di vendita, che vanno a rimpinguare le casse della società.

Per controllare l’inflazione e tenere elevato il valore del MANA vengono periodicamente tolti dalla circolazione alcuni token (il capitale circolante e quello “bruciato” può essere monitorato sul sito).

Aziende in Decentraland

Sono tante le aziende che hanno acquistato terreni e realizzato esperienze in Decentraland. Tra le più importanti sicuramente quelle del mondo della moda, dell’arte e della tecnologia.

In Decentraland, dal 24 al 27 marzo, si è tenuta la prima Metaverse Fashion Week con panel di discussione, sfilate (Etro, Dolce & Gabbana), l’apertura di negozi digitali (Forever 21, Philipp Plein, Estée Lauder) e after parties (quello con Bob Sinclair era sponsorizzato da Hogan).

La casa d’aste Sotheby’s ha aperto una sede modellata su quella londinese e composta da cinque spazi dedicati all’arte digitale. In essi si sono tenute anche delle vere e proprie aste. Gli altri musei sono situate nel Museum District.

Samsung, a inizio 2022, ha aperto “837X” una replica del suo store newyorkese con tre stanze dedicate a sostenibilità, personalizzazione e connessione. All’inaugurazione si potevano vincere NFT per personalizzare il proprio avatar. Periodicamente vengono create nuove esperienze di gioco e di promozione dei prodotti dell’azienda.

decentraland samsung
L'autore: Vincenzo Cosenza

Vincenzo Cosenza

Vincenzo Cosenza è Marketing Consultant, autore di Vincos.it, fondatore dell'Osservatorio Metaverso e saggista. Ha lavorato in Microsoft, Digital PR, Blogmeter, Buzzoole. Il suo ultimo libro è "Marketing Aumentato".
Lascia un commento