Osservatorio Metaverso

Gartner ha rilasciato la sua mappa delle tecnologie emergenti per il 2022, nota come Hype Cycle for Emerging Technologies. L’azienda di consulenza ha identificato 25 innovazioni allo stadio embrionale, che avranno un grande impatto di business nei prossimi anni, dunque da considerare nei piani di digital business transformation di CIO e CEO.

Tre sono i temi principali nei quali si possono racchiudere queste tecnologie (che si possono vedere nel dettaglio nel grafico, con indicazione dei tempi di raggiungimento del plateau):

  •  Tecnologie chiave per creare un business digitale, dunque per favorire lo sviluppo di prodotti, servizi e soluzioni digitali. Tra questi: piattaforme cloud, data observability, OpenTelemetry, computational storage, dynamic risk governance;
  • Soluzioni per accelerare l’adozione dell’Intelligenza Artificiale in azienda: modelli complessi di AI detti transformer (quelli simili a GPT3), “causal AI” ossia modelli per identificare le relazioni causa-effetto, “generative design AI” e “machine learning code generation” per generare automaticamente contenuti e frammenti di codice per velocizzare lo sviluppo di prodotti
  • Tecnologie per favorire la creazione di esperienze immersive.
Osservatorio Metaverso Il primo sito italiano sul metaverso. Notizie, statistiche, opinioni e analisi. Gartner: il metaverso tra le tecnologie emergenti

Tecnologie per la creazione di esperienze immersive

Ecco nel dettaglio quali sono le tecnologie emergenti alle quali prestare attenzione:

  • Identità Decentralizzate (DCI) per dare all’utente la possibilità di controllare, attraverso la blockchain, l’uso della propria identità digitale da parte dei servizi che utilizza;
  • Umani Digitali ossia rappresentazioni digitali e interattive di umani, potenziate dall’intelligenza artificiale per consentire un dialogo in linguaggio naturale;
  • Metaverso come spazio persistente di connessione tra mondi virtuali tridimensionali. La previsione di plateau, ossia del momento di un’adozione ampia e di massima produttività, è di più di 10 anni;
  • Non Fungible Token ossia oggetti digitali unici e programmabili, grazie alla blockchain;
  • Superapp nel senso di applicazioni mobili costruite come piattaforme al fine di ospitare altre micro app per usi specifici, sul modello di WeChat;
  • Web3 come complesso di tecnologie per lo sviluppo di applicazioni decentralizzate che danno agli utenti il vantaggio di controllare identità e dati.
Lascia un commento